Papà e partners in sala parto: NO. Ok, ma diteci perché.

da | Gen 31, 2022 | Hypnobirthing - Il Parto Positivo, Parto, Paternità | 0 commenti

© Young and Battaglia

Signora B, gliel’ho detto: in sala parto ci può entrare solo lei. E quante storie! Potete andare al ristorante insieme, non vi basta? Andate a mangiarvi una pizza, gomito a gomito con i tavoli accanto, andate a fare la spesa, toccate tutti i prodotti sugli scaffali potenzialmente toccati da 40 persone prima di voi, mettetevi in coda alla cassa, andate al cinema…proprio in sala parto insieme dovete voler andare!? Non vi basta mai eh.

Come dice? Siete una coppia e vivete insieme quindi che differenza fa? Fa una differenza enorme! Un’altra persona in sala parto, anche se ha fatto il tampone subito prima di entrare è una cosa pericolosissima! Non si è accorta che siamo in pandemia? Emergenza nazionale, dobbiamo tutti fare la nostra parte.

Come dice? Dopo due anni non è più un’emergenza ma una situazione critica con cui si deve convivere? Ma mi faccia il piacere! Dobbiamo assolutamente limitare i contagi. Un accompagnatore di fiducia per una donna in travaglio è un orpello assolutamente inessenziale e un ostacolo insormontabile alla sicurezza e alla salute.

© Young and Battaglia

La salute mentale??? La protezione emotiva? Il bisogno fisico di sentirsi al sicuro? Ma di cosa va farneticando! E comunque non dipende mica da me, eh. Il Direttore Sanitario ha stabilito che da noi le visite sono sospese e quindi io ho le mani legate. Come dice? Il papà del suo bambino non è un visitatore ma un fruitore del servizio? Come? Cioè secondo lei assistere un bambino che nasce significa anche mettere i suoi genitori in condizione di accoglierlo, fisicamente e emotivamente??! Lei cara signora B sta farneticando.

Perché la chiamo B? Per far prima, ovvio. A deve uscire da B quindi lei per me è la signora B. Sì anche la donna nel letto accanto, non si preoccupi non mi confondo.

Dunque cara B per concludere no, il papà di suo figlio non può accompagnarla. Partner? Niet. E no certo neanche la sua ostetrica di fiducia. Doula? Meno che meno!

Come? Lei vorrebbe sapere su quali evidenze scientifiche è basata questa scelta? Ahahaha, ma se sono decenni che vi facciamo partorire su un lettino a gambe alzate senza uno straccio di evidenza scientifica che supporti questa pratica (anzi, pure con parecchie evidenze contrarie…)! Vuole che in tempo di emergenza-pandemia-disastro virale mi servano evidenze scientifiche per chiudere qualcuno fuori dalla mia sala parto?

Ah, dove ha partorito sua cognata non hanno mai chiuso le sale parto? E cosa devo dirle, vada a partorire lì! Come dice?

Ah. Ci va davvero?

© Himitsuhana

3 settimane dopo.

Ehm Direttore…ho paura che si debbano riaprire le sale parto ai papà e agli accompagnatori di fiducia delle donne…ehm…come dice? Non vuole…? ehm ecco però sa…qui sono 3 settimane che non viene proprio più nessuna a partorire… ho paura che abbiano letto tutti il documento delle Federazioni professionali di ostetricia e ginecologia… ah e poi ecco…volevo anche dirle…forse è il caso che iniziamo anche noi a lasciare libertà di movimento… Direttore? Si sente bene?

 

© Stefano Bonazzi

 

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: